RESPIRA

AMORE E LAVORO, LAVORO E AMORE

Come ti senti quando hai una persona che ami al tuo fianco e un lavoro che ti riempie di soddisfazioni?

La sensazione che sappiamo provare quando due sfere così importanti della nostra vita raggiungono il livello che vogliamo è fortissima.
Il lavoro ci riempie la giornata e l’amore pensa a fare tutto il resto: si raggiunge la pienezza mentale, lo splendore, si gioisce in tutti i modi che si conoscono. È un “gioco” semplice in fondo: basta trovare la persona da amare e il lavoro che desideriamo, e il risultato è assicurato, elementare.

Ma spesso, tra il volerlo e il farlo succedere passa un oceano, purtroppo.

Immaginiamoci per qualche minuto, anzi solo per qualche secondo, di avere solamente la persona da amare: una donna o un uomo che ci ha fatto perdere la testa, qualcuno che ha avuto la capacità di farci innamorare, o innamorare ancora, e che diventa la nostra “ragione di vita”.
Il cuore batte forte, le farfalle nello stomaco sono le sole cose che sentiamo, va “tutto benissimo”.

Ma?

Non sapremmo come andare in vacanza, come regalare un gioiello, come andare a cena in un ristorante; saremmo, insomma, incompleti.

Allo stesso modo, se avessimo solamente un lavoro, seppur bello e appagante che sia, saremmo “fermi a metà”; con tutti quei soldi fatti tra giornate piene, riunioni e appuntamenti, non sapremmo dove andare, cosa fare, come impiegare tutto il tempo fra la fine di una giornata e l’inizio di un’altra.

Riuscire ad essere liberi di amare e fare ogni cosa per trovare il lavoro che si desidera è l’unica strada da percorrere, il solo modo per toccare la forma più concreta di felicità, e il vero motivo per cui saremmo spinti a fare sempre meglio.

Quali sono le riflessioni al riguardo?
La persona da amare è qualcosa che ti capita.
Non lo sai prima, non ti avverte nessuno, lo senti solo quando è successo.
Può accadere dentro ad un supermercato, per strada, su internet, insomma non lo fai apposta.
Non sei cosciente di quello che provi quando ti innamori (pur avvenendo precise reazioni chimiche all’interno del nostro organismo).
L’amore ti sceglie e poi tu lo prendi per mano. È forte, illuminante, chiassoso, sembra che “esista solo lui”, e per un bel po’ è l’unica cosa che riesci a capire.

E il lavoro invece?
Il lavoro lo immagini, lo scegli, lo coltivi, lo ami, lo vuoi.
All’amore sei tu che dai un senso, nel lavoro sei tu che ne assumi uno.
Esiste una grande differenza tra ciò che può capitare e ciò che puoi far capitare.
Ognuno di noi ha la possibilità di scegliere, di seguire la sua strada o di crearne una, è solo indispensabile sapere che in ogni momento possiamo cambiare, per poi assumersene tutte le responsabilità che ne derivano.
Il lavoro dà struttura e fondamenta, l’amore completa il sogno, e nessuno ha il diritto di fare in modo che non succedano entrambe le cose, ma perché avvengano bisogna essere predisposti, pronti, attenti a tutto quello che il flusso nel quale siamo inseriti ogni giorno permette di ricevere.
La felicità derivante dall’amore è naturale e anche un pò chimico, quella derivante dal lavoro, se vogliamo, è artigianale, è “fai da te” e non ha niente di chimico, se non le endorfine che derivano dalle soddisfazioni che ci togliamo.

Esiste un modo per trovare l’amore perfetto? Probabilmente la risposta è NO.
Esiste un modo per ottenere il lavoro che vuoi? La risposta è SI.

Il lavoro è la somma di quello che si è, di quello che si fa e di quello che si vuole, è per questo che è così importante trovare quello che ci rappresenta di più, quello che allinea la nostra identità, i nostri valori e conseguentemente i nostri risultati.
È solo necessario saperlo ottenere: avere le idee chiare, crearsi una strategia, saperla applicare.
“Il lavoro nobilita l’uomo” dice il proverbio, il lavoro nobilita l’uomo che lo ha scelto, lo ha ottenuto e lo sa far crescere, secondo me.

Vuoi formazione per le tue HR? wedoIT!

About Giuseppe Petrillo

Psicologo del lavoro con certificazione internazionale in Programmazione Neuro- Linguistica. Ha lavorato per il gruppo Fendi in qualità di HR&Training Manager maturando grande esperienza nel settore dei servizi in cui ha curato lo start-up di cinque diversi format sotto il profilo delle risorse. Oggi è un Job and Recruiting Trainer in grado di interpretare il fabbisogno umano di aziende alla ricerca di nuove risorse e di formare HR al recruiting e al training.

2 thoughts on “AMORE E LAVORO, LAVORO E AMORE

  1. claudia.dallapozza@gmail.com ha detto:

    Bellissimo!

  2. riccardodonato@libero.it ha detto:

    Grazie Giuseppe, già per il solo fatto che parli d’amore hai tutto il mio appoggio!
    Rispetto all’argomento il mio punto di vista è che forse, ma non sempre, il lavoro lo si sceglie e l’amore no, ma entrambi, per crescere e dare i loro frutti vanno coltivati, protetti e ascoltati, altrimenti rischiano di inaridirsi, di perdere il loro fascino e diventare solo riempitivi diversi della stessa quotidianità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *