CONTROLLA

IL FATTORINO DELLA PIZZA E IL TIME MANAGEMENT

Ho appreso uno degli insegnamenti più originali ed efficaci, in tema di gestione del tempo, probabilmente dall’ultima persona dalla quale avrei mai pensato di imparare una lezione simile: il mio fattorino della pizza.

Ti è mai capitato di prenotare una pizza a domicilio? Componi il numero di telefono (o gestisci il tutto tramite un’apposita app), effettui la tua ordinazione e attendi per un certo lasso di tempo che la pizza arrivi a casa tua.

Quel lasso di tempo è solitamente variabile, a seconda del flusso di ordinazioni, del traffico per strada che incontrerà chi ti porterà la pizza, del tempo di preparazione della stessa. Nel frattempo, il desiderio della pizza in te cresce, e inizi a controllare l’orologio sperando che non si verifichino ritardi. È una scena della quale sono stata protagonista molte volte, e probabilmente l’hai vissuta in prima persona anche tu.

Ma ciò che ho appreso in questi ultimi mesi, da quando è cambiata la mia pizzeria di riferimento, ha a ben vedere dello stupefacente. Quando compongo il numero di telefono per ordinare la mia pizza, non mi sento chiedere a che ora io ne desideri l’arrivo, bensì il contrario: è il fattorino della pizza a propormi l’orario nel quale ha organizzato, prima della mia chiamata, il momento in cui si troverà a passare nella mia zona per le sue consegne.

,

Cosa succede quindi se l’orario che mi viene proposto non coincide con ciò che desidero? Semplice: devo rinunciare alla mia pizza, dato che il fattorino non cambia i suoi piani – oserei dire il suo “planning” – per me, e sono libera ovviamente di servirmi da altri. Cosa che, a ben vedere, non ho mai fatto, dato che la pizzeria della quale ti sto parlando è in assoluto la migliore di tutta la zona.

Sono quindi io a rendere flessibile il mio orario di cena, ad andare incontro all’organizzazione del fattorino, piuttosto che perdere l’occasione di gustare la mia pizza preferita. E una cosa è certa: non solo godrò della pizza migliore della zona, ma avrò la garanzia che mi verrà recapitata nel minuto esatto in cui il fattorino l’ha prevista per me, senza intoppi di sorta, senza alcun ritardo.

Perché ti racconto tutto questo, e cosa mi ha insegnato, che può essere utile anche a te?

Anzitutto: se sei convinto della bontà del tuo prodotto – o servizio – e i feedback che hai ricevuto dai tuoi clienti ti confortano in questo, puoi permetterti di osare e di dettare tu le regole del gioco (anche quando i tuoi competitors fanno tutto l’opposto, mettendo le esigenze del cliente sempre in primo piano, anche se contrastanti con i loro interessi aziendali, pur di non perderlo).

Fai una riflessione e chiediti quanto sia importante, e prioritario per te, l’ordine dei fattori: ti interessa maggiormente un cliente estremamente fidelizzato, che continuerà ad acquistare da te perché soddisfatto in termini di qualità e di rispetto delle tempistiche di consegna (un cliente che è certo con te di “andare sempre sul sicuro”), tenendo presente la contropartita di perdere per strada quel cliente che non è disposto a “stare alle tue regole”, o ti interessa maggiormente acquisire il maggior numero possibile di clienti, alle cui esigenze vai incontro sempre e comunque, pur di non perderli?

Entrambe le strade possono essere valide: la scelta pertiene non solo il rapporto che hai con la tua migliore gestione del tempo, ma ti ricorda di essere in ogni frangente in coerenza con quelli che sono i tuoi obiettivi di business. E che c’è sempre da imparare nuove strategie… da chiunque ottenga ottimi risultati!

Anche io sarò fra gli ospiti del prossimo Live targato wedoIT dedicato al “Potere della Parola”, condotto da speaker a dir poco sensazionale. Eccolo qui:

Close

Il potere della parola

Prezzo di listino 647,00

Vuoi scoprire i nostri video corsi? Clicca qui!

About Natascia Pane

Talent Coach, Ipnotista e autrice di libri dedicati all'esplorazione e valorizzazione dei propri Talenti personali, tra cui l'ultimo successo, "No Limits". È la direttrice della più prestigiosa rivista dedicata al Coaching, "CoachMag, il Magazine del Coaching" e ogni anno segue i percorsi di crescita e sviluppo di liberi professionisti, imprenditori e aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *