ISPIRA

LA SUPER MOTIVAZIONE!

Quando vuoi motivare qualcuno, puoi appellarti alla sua ragionevolezza oppure puoi far leva sulla sua pancia. Nel duello fra testa e pancia, vince sempre la pancia: perciò, vedi tu che strada vuoi intraprendere.

Anche parlando di pancia, comunque, ci sono alcune regole precise che devi rispettare, se vuoi ottenere il massimo risultato: sto parlando del cosiddetto “propulsion system”, ovvero “sistema di propulsione”, così chiamato proprio per la sua capacità di dare una spinta rapida a chi ne è l’oggetto.

Questo sistema di super motivazione si basa sul concetto che l’essere umano si muove nel modo e fa praticamente qualsiasi cosa o per allontanarsi da un dolore (in PNL, si utilizza la definizione “Via Da”) o per raggiungere un piacere (sempre in PNL, si parla di “Andare Verso”).  Paventare a qualcuno una situazione “via da” (come nella foto che allego in questo post) attiva l’area del cervello legata alla paura e al dolore, provocando la secrezione dei corrispondenti ormoni (fra tutti, il cortisolo e l‘adrenalina). Mostrare, invece, uno scenario favorevole e piacevole, una ricompensa o un premio, attiva soprattutto il nucleus accumbens, area del cervello deputata al riconoscimento del piacere e responsabile della produzione di ormoni come la dopamina, il cosiddetto ormone della ricompensa.

L’applicazione “Streaks”, che con le sue notifiche ha ispirato questo post, lo sa bene, visto che miscela sapientemente entrambe le leve motivazionali. Da un lato, mi suggerisce di camminare per evitare di interrompere la serie (“evitare di interrompere” è una leva “via da”). D’altro lato, mi esorta a completare un’altra serie di Anelli per allungare la mia serie positiva (“allungare la serie positiva” è una leva “andare verso”).  Bravi!

Cosa puoi fare tu, con queste informazioni, per motivare i tuoi clienti, i tuoi collaboratori o tuo figlio? Semplice: usa le leve giuste, nel giusto ordine! Sempre, prima “via da” e poi “andare verso”. Prima, cortisolo e solo dopo dopamina. Qui di seguito ti suggerisco la strategia più efficace, una tra le mie predilette.

  1. Identifica 3 potenti “via da” per chi ti ascolta (3, solo 3. Né 2, né 4. Tre).
  2. Identifica 3 potenti “andare verso” (come sopra).
  3. Ripeti le leve, agganciandole al comportamento richiesto.

Facciamo un esempio: immagina che io voglia suggerirti di acquistare il video corso dedicato alla comunicazione efficace (trovi il link alla fine dell’articolo).

Potrei dirti (ipotizzando che tu sia qui per migliorare il tuo business) che oggi giorno fare business è sempre più difficile (via da n°1), perché il cliente è davvero esigente (via da n°2) e soprattutto perché i competitor sono bravi e agguerriti (via da n°3). Potrei aggiungere che, invece, oggi giorno è fondamentale possedere gli strumenti giusti per migliorare la propria performance (andare verso n°1), avere sempre più clienti felici (andare verso n°2) e, infine, per vincere su qualsiasi competitor (andare verso n°3). Per questo, ti suggerisco di – almeno – dare una sbirciata al mio video corso: frequentandolo e applicandone i principi, eviterai i problemi legati a un mercato sempre più agguerrito e otterrai incredibili risultati!

Ora tocca a te: prepara alcuni schemi linguistici simili a quelli che ti ho portato a titolo di esempio, collegati alla tua attività. E ricorda che studio e pratica sono la Via per evitare i problemi (!) e ottenere risultati (!).

Vuoi scoprire i nostri video corsi? Clicca qui!

About Paolo Borzacchiello

Autore del best seller "Parole per vendere" e di altri libri sulla comunicazione e la vendita, è consulente e trainer in comunicazione persuasiva e strategica. Ha creato il metodo HCE® ed è il direttore di wedoIT Academy. Ogni anno forma migliaia di persone dal vivo e segue personalmente la consulenza di politici, imprenditori e manager.

4 thoughts on “LA SUPER MOTIVAZIONE!

  1. a.conticini@liuni.com ha detto:

    Articoli sempre illuminanti

    1. Paolo Borzacchiello ha detto:

      e noi siamo felici che ti piacciano!

  2. gaetanoantonio.menduni@hotmail.it ha detto:

    Davvero interessante!
    Mi viene in mente il processo decisionale, in presenza di situazioni da risolvere, cioè
    elenco degli inconvenienti – “via da”
    proposte di soluzioni – “andare verso”
    Che ne pensi, Paolo?

    1. Paolo Borzacchiello ha detto:

      esattamente la stessa cosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *