RESPIRA

L’AZIENDA CHE HAI IN MENTE

C’è una azienda che dirigi sempre: la tua mente. C’è un consulente sempre a tua disposizione: la mindfulness.

Se il tuo compito è quello di dirigere, di organizzare e di condurre persone verso degli obbiettivi, sai bene quanto è importante sapere motivare, orientare le emozioni altrui, mettere il tuo team negli stati d’animo più funzionali. Sai anche che non sempre tutti marciano alla stessa velocità e anzi capita che qualcuno del gruppo remi contro.

Ora fai questa riflessione: in un certo senso anche la tua mente è un’organizzazione. Passami la metafora: anche la tua mente è una fabbrica che produce pensieri, emozioni, convinzioni. Molto spesso è in sovraproduzione…. In ogni caso la mission di questa azienda è farti stare bene, portarti ai tuoi obbiettivi; tra i quali anche quello di fare bene il tuo lavoro. Anche nella tua mente come nella tua azienda c’è chi rema a favore e chi rema contro.

Ci sono pensieri e stati d’animo efficaci rispetto ai tuoi obbiettivi e ci sono emozioni e convinzioni che, invece non ti aiutano per nulla. Non sono delle risorse bensì degli ostacoli e così come fai con il tuo team così è opportuno che tu faccia con i tuoi stati d’animo.

Restando nella metafora: come fai a notare le cose buone e meno buone nel tuo team? Hai diversi strumenti: i risultati stessi, i survey aziendali, le riunioni di team e così via. Il punto comunque è che intervieni laddove ti è chiaro il problema. Agisci dove sei consapevole che qualcosa non torna. Agisci con photoshop dopo che hai scattato la foto. In questo senso, la mindfulness è la tua lente di ingrandimento sulla tua condizione. Ti consente di comunicare al tuo HR interno che sarebbe il caso di intervenire per porre rimedio a qualcosa di non funzionale. Da quel momento in poi potrai adottare tutte le più astute strategie per trasformare la tua condizione ma se il quadro non ti è chiaro, brancoli nel buio.

Quello che ti voglio dire ha a che fare con l’importanza di esercitare una leadership su te stesso. Mi dirai “leadership su di mema io sono già leader di me stesso. Penso quello che voglio, dico quello che voglio.

Se fosse davvero così non ti ritroveresti, a volte, in stati ansiosi, in situazioni di panico, o di stress. Tu non vuoi questi stati, eppure a volte ti ci ritrovi immerso. E non sempre è colpa del Governo.

Sperimenta con me questa cosa: prenditi 30 secondi e porta la tua attenzione al respiro. Solo al respiro. Stai per 30 secondi sulle sensazioni legate al cambio di temperatura sopra il tuo labbro superiore durante il fluire dell’aria nelle tue narici. E’ semplice. Non andiamo nello spazio. Stiamo con la cosa più semplice e scontata del mondo. Il tuo respiro. Ok? Come va? Ti sei detto: porto la mia mente sulle sensazioni legate al flusso dellaria che entra ed esce dalle mie narici” e invece ti è partito un film fatto di suoni, immagini, parole che nulla avevano a che fare col momento presente, né tantomeno col tuo (apparentemente) semplice obbiettivo.

Eccoci al punto: quanto sei libero di portare la tua mente dove vuoi? Quanto sei libero di dire di si o di no a certi stati d’animo? Quello che facciamo assieme io e te in wedoIT Academy è accedere a stati di maggiore presenza e lucidità. Quello che facciamo è fare spazio e organizzare al meglio l’ambiente in cui vivi sempre: la tua mente.

 

 

Vuoi un’azienda più felice? wedoIT!

About Filippo Scianna

Direttore dell'Istituto Lama Tzong Khapa, è fra le figure più importanti nel panorama nazionale per quanto riguarda buddhismo e mindfulness. Avvocato con un Master in mediazione familiare, civica e penale all'Università degli Studi di Padova, è diventato Istruttore di Mindfulness formato all'interno del programma MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction) gestito da AIM (Associazione Italiana Mindfulness).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *