CONTROLLA

PIÙ PER PIÙ FA… MENO!

Uno dei Rituali che nel passato ha contribuito e che contribuisce tutt’oggi a scrivere le storie di maggior successo, è la disponibilità a fare quel passo in più senza preoccuparsi di che ora sia.

Napoleon Hill la chiamava “L’abitudine a fare di più di quello per cui si viene pagati” e diceva: “La persona che non riceve altra ricompensa oltre a ciò che viene dalla busta paga è sottopagata, indipendentemente dai soldi che possono essere contenuti in quella busta.”

La tua crescita è determinata da quanto sei disposto/a a lavorare più degli atri senza aspettarti nulla in cambio nell’immediato. Ciò che va sconfitta immediatamente è la frustrazione che cresce quando, nonostante i tanti sforzi, non si vede un risultato all’orizzonte.  Fare gli straordinari paga sempre, ma molto spesso l’unica cosa che ci si aspetta è una mancia e se lo fai solo per quello sei in trappola. Sul lavoro, ad esempio, quando dici: “O mi pagano lo straordinario o non muovo un dito oltre il mio orario” , stai dichiarando qualcosa che va molto oltre il tuo lavoro e che si riflette in tutta la tua vita, ovvero:

– Non mi interessa eccellere, me ne infischio della mia crescita professionale perché l’unica cosa che mi interessa è lo stipendio.
– L’ambizione è solo per i raccomandati e i ruffiani.
– Se non mi pagano per lo straordinario, sto buttando il mio tempo e mi stanno solo sfruttando.

Quella del lavoro è la metafora più semplice, ma è così anche per la vita in generale, perché non puoi ricevere di più se non dai qualcosa in più.
Qualunque sia l’ambiente in cui si lavora o la mansione che si ricopre, se si è disposti a fare più di quello per cui si viene pagati, si otterranno risultati fuori dalla media.

Ci stiamo allontanando sempre più velocemente dal concetto di “paga oraria” nel quale si scambiano le ore di lavoro per denaro e che sta per essere sostituito quasi totalmente da quello in cui si viene pagati in base alla nostra performance. In altre parole, non sarà la quantità, ma la qualità del nostro lavoro a decidere il nostro reddito e i nostri risultati.
Realtà già ampiamente diffusa questa, che permette di alzare i propri standard sia di prestazione che di guadagno e di vivere in una condizione di maggiore libertà.

Ingrediente fondamentale per ottenere questa condizione di maggior libertà: proprio quel passo in più.
Per essere più performante hai bisogno di nuove competenze e nuove abitudini, e non puoi permetterti di reclamare alcuno straordinario per acquisirle.
Il lavoro in più che fai per la tua crescita è un investimento che nel medio e lungo termine ti pagherà infiniti interessi.

Se fai di PIU’ solo se ti danno di più, il tuo destino è il MENO.

E ricorda…la Ricchezza e la felicità sono una questione di Rituali.

Vuoi sviluppare i migliori rituali? wedoIT!

About Marco Benassi

Eclettico imprenditore di successo e networker di alto livello, si è specializzato nei processi di sviluppo del potenziale attraverso i Rituali per il benessere e i Rituali per il successo ed è in Italia il punto di riferimento sull'argomento. I suoi corsi dal vivo, dedicati ai Rituali e al Denaro, sono seguitissimi.

2 thoughts on “PIÙ PER PIÙ FA… MENO!

  1. giuliovonella@alice.it ha detto:

    Il luogo comune “Ti do al massimo per quanto mi dai” è radicato nel pensiero dell’impiegato “tipico” Italiano.
    Ho visto aziende morire aspettando un risultato migliore da gente che prima di dare di piu si aspettava qualcosa di più: denaro!
    Ma si può migliorare e cambiare questo luogo comune proprio con la comunicazione continua e costruttiva per invogliare il gruppo a nutrirsi di competenze più che di denaro.

    1. Paolo Borzacchiello ha detto:

      Concordiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *