SVILUPPA

PUZZA DI SUDORE O DELIZIOSO FORMAGGIO?

Immagina di far annusare un particolare odore a un gruppo di persone, descrivendoglielo prima come “odore umano”. Immagina di poter vedere, sul monitor di un computer, le reazioni del cervello di queste persone: scopriresti che si attivano le aree del disgusto e del dolore, con relativa secrezione di ormoni dello stress, come il cortisolo.

Immagina ora di far annusare lo stesso particolare odore a un altro gruppo di persone, questa volta descrivendoglielo come “profumo di stagionato formaggio francese”. Immagina di poter vedere, anche questa volta, le reazioni del loro cervello: scopriresti che si attivano le aree del piacere, compreso il nucleus accumbens (la porzione di cervello che si attiva quando sei eccitato sessualmente o desideri ardentemente cibo gustoso), con relativa secrezione di dopamina, l’ormone della ricompensa.

Quella che ti ho appena citato è una delle tante ricerche prodotte da chi si occupa di neuromarketing: una volta sembrava fantascienza, ora ne leggi sui testi universitari, a riprova del fatto che si tratta di conoscenze imprescindibili, senza le quali rischi di buttare nel cesso tempo e risorse economiche.

Ecco alcuni dati e alcune domande per te:

7 secondi: il tempo di attenzione su un sito del tuo utente. Dopo 7 secondi, la curva di attenzione dell’utente inizia inesorabilmente a calare e sono davvero pochi i siti internet che riescono a trattenere il loro lettore oltre il paio di minuti. Vuoi sapere come fare per attrarre lettori e, soprattutto, per coinvolgere la loro attenzione sugli argomenti che desideri?

120 caratteri (anche su Facebook): sai raccontarti con così poche parole? Certo, puoi scrivere anche post più lunghi. Ma, quando si tratta di ingaggio con l’utente, il tuo copy non dev’essere solo bello, deve essere straordinariamente brillante (e se non sai di che parlo, hai un problema ancora più grosso di quel che credi). Sembra facile raccontarsi in così pochi caratteri. Credimi, non lo è.

10.000 messaggi pubblicitari al giorno: sai farti notare e ricordare? La maggioranza dei professionisti e delle aziende punta tutto sull’elenco sterile dei propri plus o delle favolose e mirabolanti caratteristiche del loro prodotto o del loro servizio. Peccato che si tratti di argomentazioni utili per la neocorteccia, l’ultima parte di cervello chiamata in causa. Senza un branding efficace che miri al cervello rettile e al cervello limbico di chi ti legge, i tuoi plus resteranno carta morta.

pancia vs testa: 1-0. Sai coinvolgere il cuore del tuo utente ed entrargli in testa? Il branding efficace è tutto qui, nella capacità di ispirare emozioni (e, al limite, di suggerire qualche ragionamento). Mica acquisti una Bmw, una Mercedes o una Maserati per il giusto rapporto qualità prezzo, lo sai vero?

divertente e utile o utile e divertente. Sai qual è la differenza? Perché se non la sai, potresti avere un problema importante. Come amo ripetere, “il cervello rettile ha le sue ragioni, che la ragione non conosce”.

Ora immagina di dover preparare la tua brochure, o il tuo sito internet, o il tuo prossimo post da pubblicare sui social.

Puoi fare da solo, e sperare che vada tutto discretamente.

Puoi affidarti all’ufficio marketing della tua azienda o al genio del marketing che ti vende il solito software per mandare quattro mail con un testo che sembra scritto da un uomo di Neanderthal e che puzza di vendita farlocca lontano duemila chilometri.

Oppure, puoi frequentare un corso strepitoso, in cui poterti confrontare con:

Andrea Saletti, guru del web neuromarketing, autore del bestseller “Neuromarketing e scienze cognitive per vendere di più sul web”;

Daniel Vittori, fra i massimi esperti di branding personale e aziendale e ideatore del metodo B.U.I.L.D.;

Paolo Borzacchiello (che sono io), che – dicono – se la cava abbastanza bene con le parole (e che ha scritto pure qualcosa al riguardo: il nostro amico Google saprà illuminarti al riguardo).

Ci vediamo al primo live learning targato wedoIT Academy, a Milano, il 23 e 24 febbraio 2018.

ATTENZIONE: 

Le iscrizione aprono ufficialmente il 22/01. Puoi ricevere in anteprima il programma del corso scrivendoci a info@wedoit.academy.

Inoltre, ora e per soli 10 giorni è possibile PRE-ISCRIVERSI. Chi lo fa, oltre ad avere quota scontata 347 anziché 447 (100 euro in meno!), può portare gratis un amico (offerta limitata alle prime 30 richieste).

Per ricevere le PRE-ISCRIZIONI scrivere direttamente a info@wedoit.academy indicando nome e telefono.

 

 

Vuoi scoprire i nostri video corsi? Clicca qui!

About Paolo Borzacchiello

Autore del best seller "Parole per vendere" e di altri libri sulla comunicazione e la vendita, è consulente e trainer in comunicazione persuasiva e strategica. Ha creato il metodo HCE® ed è il direttore di wedoIT Academy. Ogni anno forma migliaia di persone dal vivo e segue personalmente la consulenza di politici, imprenditori e manager.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *